Lomb.it - V.040 Forum - Contatti - Mappa del sito - Login 
 Registrazione


 Lomb.it
Quiz di matematica
Lomb.it
Monete
Quiz di logica
Indovinelli puri
Linguistica
Quiz grafici
Cronaca e riflessioni
Situazioni ... possibili
Cinema tv e personaggi
Viaggi e vacanze
Cultura generale
Quiz geografici
Geometria
Canzoni e musica
Poesie e racconti
Sesso e dintorni
Quizzone
Giochi online
Pomologia e dintorni
 Vedi anche
#andratuttobene
Alieni a Pavia
Buon Natale 2012 !
Londra 2012 - Analisi e rielaborazioni del medagliere olimpico
Il poker online dal vostro sofà
BUONA PASQUA
pensaci giacomino!
Sono indeciso, aiutatemi!
Terremoto nord italia
Che grado aveva Garibaldi ?
Che grado aveva Garibaldi ?
opebbacco!
L'auto di Google Street View
Trenord - servizio SMS Mylink
La crisi greca
Furti al supermercato
Sara' colpa dei comunisti !
Wifi silvio berlusconi
I luoghi del potere Longobardo in Italia
Parvi animi
 
L'Autore
Magofeo ha pubblicato su Lomb.it 295 articoli tra il 24/04/2005 ed il 06/04/2012.

 
L'articolo
Questo articolo è stato scritto il 10/07/2010 e fa parte della sezione Cronaca e Riflessioni.

 
Le Statistiche
Dalla pubblicazione ad oggi, questa pagina ha ricevuto 5918 visite (2/g.) e 38 commenti.

 
Links
Successivo
Precedente
Stesso autore

 Cinipide galligeno del Castagno (Dryocosmus kuriphylus)



Descrizione

L’insetto appartiene all’ordine degli Imenotteri, famiglia dei Cinipedi.
Attacca il castagno europeo (Castanea sativa) sia quello innestato che selvatico, quello americano (Castanea crenata) e gli ibridi di C.crenata X C. sativa.
Compie una generazione all’anno, per partenogenesi telitolica.
Gli adulti sfarfallano tra la fine di giugno e l’inizio di agosto; la femmina depone circa 100 – 150 uova inserendole con la tenebra entro le gemme (soprattutto quelle che portano gli amenti maschili),
che si schiudono dopo circa quaranta giorni.
Lo sviluppo del primo stadio larvale procede lentamente durante l’autunno e l’inverno, in primavera, all’epoca del germogliamento, le larve causano la formazione delle galle ed in 20-30 giorni raggiungono la maturità per poi impuparsi a partire da metà maggio e dare i nuovi adulti che sfarfallano aprendosi un foro nella galla.

Storia

L’insetto, originario della Cina, è stato importato da un vivaista incosciente della provincia di Cuneo meno di una decina di anni fa: è sempre buona norma, quando si sposta materiale vegetale, controllarne lo stato sanitario.
Risulta resistente agli insetticidi attualmente in commercio e non ha antagonisti naturali.
Ha già decimato la produzione di castagne (nelle valli Maira e Varaita - CN - si stima una perdita di produzione del 60-70%) ed il suo spostamento è rapido - nel Biellese si nota da un paio di anni – tanto da essere diventato un allarme a livello europeo.
In Italia è stato oggetto della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n.81 del 14/03/2006 (D.M.23/02/2006), ove si impone la segnalazione delle infestazioni ai Servizi Fitosanitari regionali.
Attualmente i metodi di lotta si riducono a tagliare e bruciare le parti con le galle mentre si cerca di introdurre ed acclimatare il suo antagonista naturale “ Torymus sinensis”

Conclusioni

Queste le lascio a voi.


P.S.: La descrizione è opera del Prof. Aldo Pollini.
Le “pictures” ritraggono l’attacco del cinipide al castagno secolare di Sostegno (BI)
 
Commenti

  1. magofeo
    magofeo
    10 luglio 2010

    @Madamuska: so che ti colgo impreparata, non cercare di sviare il discorso dicendo che potevo lavarmi le mani e tagliare l'unghia listata a lutto prima di fotografarlo...

  2. madamekrupskaja
    madamekrupskaja
    11 luglio 2010

    Beh, "l'unghia listata a lutto" mi sembra un'ottima didascalia del dramma in corso, indi per cui solo per questa volta non ti bacchetterò! :-) Mi spiace veramente, non so come poter spiegare come soprattutto in questi casi io mi senta così PRIMITIVA nei pensieri nelle parole e nelle azioni. Proprio tu Mago mi facesti notare qualche tempo fa, durante una passeggiata nei dintorni del mio paese, come i viaggi aerei siano stati la causa principale di trasmissione da un paese all'altro del pianeta di germi patogeni deleteri alla flora e alla fauna. Sprofondo quando vedo come la nostra arroganza ma soprattutto la nostra vanità diano scossoni sempre più violenti al sereno e perfetto equilibrio di Gaia, ma poi mi riconsolo di fronte alla certezza che comunque Gaia avrà sempre la meglio e che noi siamo i perdenti. Ella manterrà sempre le sue capacità di autorigenerazione, noi periremo inesorabilmente. Scusate lo sfogo populista alla Grillo ma certi argomenti mi accecano. Sarebbe interessante sapere come siete arrivati fino all'untore di Cuneo

  3. madamekrupskaja
    madamekrupskaja
    11 luglio 2010

    "...attualmente i metodi di lotta si riducono a tagliare e bruciare le parti con le galle mentre si cerca di introdurre ed acclimatare il suo antagonista naturale.." .... così mi viene in mente quella puntata dei Simpson in cui Bart, dopo aver ucciso involontariamente mamma uccello decide di prendersi cura dell'uovo che stava covando. L'uovo si schiude ma dal suo interno appare un lucertolone che, dopo un analisi scientifica, si rivela essere una lucertola boliviana mangiatrice di uova di uccello. Gli viene detto di uccidere il lucertolone ma Bart intenerito decide di tenerlo. All'inizio tutto bene poiché il lucertolone inizia a mangiare tutte le uova dei piccioni che avevano letteralmente invaso la cittadina di Springfield, tant'è che Bart viene acclamato come eroe cittadino, ma poi il lucertolone prolifica e oramai più nessun uccello nidifica a Springfield. Si cerca di arginare il problema importando dei serpenti cinesi che si cibano solo di quella specie di lucertole. La città è salva, ma ora è invasa dai serpenti. Che fare ora? La soluzione è semplice: si liberano nel territorio dei gorilla che si cibano solo di serpenti cinesi... e poi?

  4. massimo71
    massimo71
    11 luglio 2010

    la regione lombardia in questa stagione, ormai da 3 anni, mette manifesti nella metropolitana di Milano per portare a conoscenza della popolazione un pericoloso parassita: "il tarlo asiatico" ... un insettone blu di 4 centimetri. Mi rendo conto della minaccia portata dall'insetto in questione, ma mi domando se le stazioni sotterranee delle metropolitana siano i luoghi più indicati per farlo conoscere ...

  5. magofeo
    magofeo
    12 luglio 2010

    Massimo, magari potresti trovartelo in giardino, riconoscerlo e segnalarlo...

  6. massimo71
    massimo71
    12 luglio 2010

    mi padre giura di averne visto uno anni fa .... in tempi non sospetti

  7. Guest
    Guest
    12 luglio 2010

    Sapete qualcosa del coleottero che si ciba di rosmarino. Sta decimando le mie piante..

  8. madamekrupskaja
    madamekrupskaja
    12 luglio 2010

    Ero io!! Come dicevo al post prima (quello di feisbuk) il login è saltato al 4° commento..

 
Aggiungi un commento all'articolo
Nick

Se vuoi firmare un commento con il tuo nick devi autenticarti: Login
 
 

 Ricerca nel sito

 Ultimi commenti
Vecchio forum
Quiz di matematica
Kibris euro
Cogito ergo internet
L'albero fruttifero e la bilancia
Il punto l: aspirazione e massaggio
Come costruire una meridiana
Due preservativi
Sproteggere excel ... presto fatto
Sesso e dintorni
Numero di di triangoli
La tastiera di madame
Bis senza rebus
Ghigliottina ad immagini
Oggetto misterioso di fine estate 1
Quiz geografici
Cappella sistina
Incipit
Ciaoooo
Tracking euro
Satellite
"pronto, papero?"
Ispettore geppo
Concorso di idee per presepe vivente
Gara di pesca
 Accadde oggi
'12 Terremoto nord italia
'11 Sequenza... e due!
'10 si può salutare???
'09 My interview...
'08 La "Margherita chissàseloamo"
'07 ne approfitto per un s.o.s.
'06 dedicato ... al mago
'05 50 Jahre Staatsvertrag
'04 2 Euro Olimpici ?
Lomb.it - dal 2001 divertire, comunicare, riflettere