Lomb.it - V.040 Forum - Contatti - Mappa del sito - Login 
 Registrazione


 Lomb.it
Quiz di matematica
Lomb.it
Monete
Quiz di logica
Indovinelli puri
Linguistica
Quiz grafici
Cronaca e riflessioni
Situazioni ... possibili
Cinema tv e personaggi
Viaggi e vacanze
Cultura generale
Quiz geografici
Canzoni e musica
Geometria
Poesie e racconti
Sesso e dintorni
Quizzone
Giochi online
Pomologia e dintorni
 Vedi anche
Nel pallone...
Baaria
un pranzetto a ...
Italia, terra di vini... e non solo!
Italia, terra di Santi...
Chi si ricorda...
Battito animale
Ebay istruzioni per l'uso
Comics quiz osè!
Chi si ricorda? (...e due!)
È la somma che fa il totale - 2
Quizzone di Capodanno
Senatvs PresepivsQve Romanvs
come staccare i francobolli dalla busta
outing
Chi si ricorda?
Lo sapevate che...
Il colore dei capelli di Catalyst
Giro (quasi) d'Italia
una parola
 
L'Autore
Magofeo ha pubblicato su Lomb.it 295 articoli tra il 24/04/2005 ed il 06/04/2012.

 
L'articolo
Questo articolo è stato scritto il 23/11/2006 e fa parte della sezione Cultura generale.

 
Le Statistiche
Dalla pubblicazione ad oggi, questa pagina ha ricevuto 3274 visite (1/g.) e 29 commenti.

 
Links
Successivo
Precedente
Stesso autore

 Angola IV: Flora e ...




















  Le foto sono in ordine sparso. Accontento Madame che aveva richiesto anche un “servizio” sulla flora, ma credo che facciano piacere anche a tutti gli altri. Una “chicca” la considero quella dell’ananas in fiore. Non sono riuscito a determinare botanicamente troppe cose, vi sono tre specie appartenenti alla famiglia delle orchidee, un’acacia, delle composite, forse degli evonimi, delle graminacee, per il resto buio completo. In due sono ripresi dei termitai, in una un albero di mango ed in un’altra un fantastico assembramento di farfalle.
Non dico nulla sui colori: sono proprio così.
Intanto che le guardate, vi racconto il viaggio di trasferimento da Luanda a Lwena: fu quando mandai un sms a Madame che riprese in un suo articolo.
Giunto a Luanda alle 10.00 dopo un viaggio iniziato alle 16.00 del giorno prima da Biella, un attimo di riposo. Verso sera, vediamo saltare la possibilità di trasferirci a Lwena con l’aereo di linea interno.
Siamo a 1200 km di distanza, andarci in fuoristrada significherebbe 6 giorni di viaggio se va bene. Si approfitta della corruzione.
Tramite l’amico dell’amico dell’amico, si contatta il Sergente Diaz, che in cambio di 130 dollari a cranio ci trova un passaggio.
Ci ospita a casa sua, una stamberga dove però non manca lo stereo col lettore dvd e la tv a colori.
Alle 4.00 la sveglia, lui in divisa, ci carica con la sua auto e ci dirigiamo verso l’aeroporto militare dove ci attende un Antonov reduce dalla guerra dell’Afghanistan. Non mi preoccupo, ho volato sui deltaplani, non mi spaventa né l’Antonov (con le gomme pelate, ma questo lo scoprirò solo al mattino dopo l’atterraggio) né il pilota, un russo di un metro e ottanta abbondanti per 130 kili in salopette di jeans ed un cappello alla Sherlock Holmes (e pure sbronzo, secondo me…).
Il chek-in??? Ci accoglie un Generale, non è il caso di mostrare i documenti, abbiamo pagato in anticipo…
Intanto, almeno un centinaio di persone attende per salire.
Ma tre bianchi non passano inosservati, ci ferma un funzionario della Polizia Criminale e ci prende i passaporti: per fortuna il Sergente Diaz se ne accorge, si appartano (secondo me si sono accordati sulla percentuale…) ed i documenti ci vengono restituiti. Possiamo salire.
Lì fuori si sente un gran vociare, poco per volta salgono altre persone (magari chi poteva pagare di più…), poi l’aereo decolla.
Ero di spalle alla porta che dava sulla cabina e mi sovviene un pensiero: “Ma qui siamo nella stiva del cargo, magari è anche pressurizzata, ma l’ossigeno?” Nello stesso istante si spalanca il portello e “Presto!!! Tutti dentro!!!”.
Così ci siamo fiondati in questa cabina di tre metri scarsi per cinque in 27 adulti (tra cui una donna incinta) e sette bambini.
Io mi sono trovato ad appoggiare una chiappa su uno sgabellino che condividevo con un’anziana fortunatamente magra, un bimbo di due-tre anni in braccio, appoggiavo un gomito tra le ginocchia della persona seduta accanto la quale allattava tranquillamente e poggiava i piedi sulle spalle della ragazzina accovacciata tra le mie gambe… e vi lascio immaginare il resto!
Due ore di viaggio, verso la fine uno strano aggeggio posto in alto ha cominciato a gocciolare prima e poi ad emettere vapore caldo, la donna incinta ha cominciato a vomitare (dentro un sacchetto di nylon, fortunatamente), ma siamo atterrati!
Fatto conoscenza con Padre Martin, mangiato un boccone e poi via in jeep verso i villaggi! Siamo rimasti insabbiati due volte ma alle otto di sera eravamo a Cangonga: avevamo un pilota da rally che definirlo comunque eccezionale è dir poco.
La sabbia, in certi posti, è la stessa del deserto del Kahalari, un cosa impressionante: finissima, impalpabile, leggerissima eppure pesante, non si alza polvere, la soffi e và via. Si sposta con il semplice passaggio, forma due carreggiate profonde e la pancia della macchina tocca sotto e le ruote non fanno più presa: ho consigliato di applicare una lama spartineve davanti alla jeep, non dovrebbero più crearsi problemi…
La sera dopo rientravo a Lwena, da dove vi ho mandato i saluti: adesso capirete perché ho scritto che quelli che partecipano ad “Avventure nel mondo” possono andare a cagare…
 
Commenti

  1. magofeo
    magofeo
    23 novembre 2006

  2. magofeo
    magofeo
    23 novembre 2006

  3. magofeo
    magofeo
    23 novembre 2006

  4. magofeo
    magofeo
    23 novembre 2006

  5. magofeo
    magofeo
    23 novembre 2006

  6. massimo71
    massimo71
    23 novembre 2006

    i colori sono veramenti incredibili ... ma sai che pernsavo che l'angola fosse un paese desertico ?

  7. massimo71
    massimo71
    23 novembre 2006

    per l'esattezza pensavo che il deserto del kalahari fosse in parte in Angola ... ho imparato qualcosa !

  8. madamekrupskaja
    madamekrupskaja
    26 novembre 2006

    Mamma mia, che splendore!!! Quell'albero coi fiori rossi! (è un'acacia?) Quelle mucche a pois! La quarta pianta cos'è? Dalle foglie sembrerebbe un cappero. E la terzultima? Le bacche si mangiano? Mettine ancora, please!!!!

  9. madamekrupskaja
    madamekrupskaja
    26 novembre 2006

    Ma l'ananas cresce spontanea?

  10. 25 ottobre 2013

    hUQYcX Very informative post.

 
Aggiungi un commento all'articolo
Nick

Se vuoi firmare un commento con il tuo nick devi autenticarti: Login
 
 

 Ricerca nel sito

 Ultimi commenti
Giochi con i fiammiferi
Uno squalo in piscina ...
Vecchio forum
Euro e centesimi
Pelosetta e colorita
4 passi a piedi
Qual' è l' area del rettangolo?
Le portano?
Numero di di triangoli
Frutto proibito
Poesie e racconti
Death-ride sull'atomium di bruxelles
Informazioni e faq
Mikkeli
 Accadde oggi
'12 Pesca di Beneficenza - Casanova Lonati 2012
'11 Buona Pasqua
'10 O forse no?
'09 Febbre suina
'08 Euro di fantasia
'07 Trasformazione catalystica
'06 Cambi di genere
'05 indovinello
'04 Malato o no?
Lomb.it - dal 2001 divertire, comunicare, riflettere