Lomb.it - V.040 Forum - Contatti - Mappa del sito - Login 
 Registrazione


 Lomb.it
Quiz di matematica
Lomb.it
Monete
Quiz di logica
Indovinelli puri
Linguistica
Quiz grafici
Cronaca e riflessioni
Situazioni ... possibili
Cinema tv e personaggi
Viaggi e vacanze
Cultura generale
Quiz geografici
Geometria
Canzoni e musica
Poesie e racconti
Sesso e dintorni
Quizzone
Giochi online
Pomologia e dintorni
 Vedi anche
Madame, Mago, Mister e il Sommo
Massimo for President
Concorso fotografico oltrepò pavese 2014
Germania Argentina - pronostico finale
Foto recuperate
Pesca di Beneficenza - Casanova Lonati 2012
Vorrei sapere...
Buon Natale 2011
Halloween da un altro punto di vista
Ehilà LOMBs!
Concorso Fotografico "Paesaggi e scorci dell'Oltrepo" 2014
Manifesto lomb.it versione 0.41
AUGURI !!!!
domani
san valentino
per la domenica
in comune
nuovo oggetto (antico)
2011
lista desiderii
 
L'Autore
Magofeo ha pubblicato su Lomb.it 295 articoli tra il 24/04/2005 ed il 06/04/2012.

 
L'articolo
Questo articolo è stato scritto il 28/10/2006 e fa parte della sezione lomb.it.

 
Le Statistiche
Dalla pubblicazione ad oggi, questa pagina ha ricevuto 5842 visite (2/g.) e 42 commenti.

 
Links
Successivo
Precedente
Stesso autore

 Ià! Bom dia, Angola!!!



 
L’avventura è finita, ma credo sia stata solo un preludio a ciò che potrei fare in un futuro non troppo lontano.
Sembra un paradosso, ma da uno dei paesi più poveri del mondo sono tornato a casa molto più ricco.
Da raccontare ne avrei e mi riprometto di farlo con calma, scegliendo tra le oltre 600 foto quelle che meglio possono rendere l’idea, conscio del fatto che né parole né foto potranno mai trasmettere ciò che ho vissuto in prima persona, ora cerco di fare un “bignami”…
L’Angola è non è solo un paese in ginocchio, è ben peggio: 43 anni di guerra, 14 per ottenere l’indipendenza ed i restanti per una guerra civile senza pausa, l’hanno ridotto ad una larva di se stesso.
Ho conosciuto tre volti del fluire della vita, due totalmente disumani in Luanda mentre il terzo, quello dei villaggi nell’interno, è quello che mi ha permesso di passare dei giorni in PACE, con me stesso ed il mondo intero, quello che mi ha permesso di riflettere in modo inconsapevole, una su tutte quella di essermi reso conto come involontariamente abbia pensato di contattare con sms, unico modo che avevo per comunicare, alcune persone e non altre: ed ho avuto delle sorprese.
Mi sono reso conto che mi è mancato ben poco del “mondo occidentale”: al di la degli affetti, posso veramente dire che di “materiale” mi è mancato quasi nulla. D’accordo, il tempo è stato breve, ma seppure breve già domenica sera rimpiangevo il fatto di dover ripartire così presto: mi sarei fermato tranquillamente “ab aeternam”.
Ho messo a nudo la mia stanchezza, la stanchezza di chi per quasi trent’anni è stato in prima fila per far sì che le cose andassero per il meglio dalle nostre parti, senza mai scendere a compromessi ed ottenendo quel che ho ottenuto: ma più vado avanti, più mi sembra che di fronte vi sia un muro di gomma ogni giorno più spesso ed elastico.
Dopo i primi due giorni a Luanda, giunto a Lwena mi sono mosso un poco con circospezione, ma non sono occorse ore per capire in che mondo mi trovavo: non vi sono strade asfaltate, non c’è acqua se non al torrente, nè luce salvo pochi generatori di corrente , non vi sono bar, ristoranti o negozi, davanti a casa chi può vende qualcosa, pochissime auto e qualche bicicletta e motorino, l’immondizia di tutti i giorni si accumula per terra assieme alle carcasse di camion, autoblindo, carrarmati ed aerei che arrugginiscono sempre più, lasciati quasi come a monito di ciò che è stato; ma anche volendo rimuoverli, non ci sarebbe la possibilità. Non ci sono strutture né ospedali: il poco che si sta ricostruendo è grazie all’opera indefessa dei Missionari Salesiani e di qualche volontario; mancano muratori, falegnami, fabbri, idraulici, agronomi e tutto quanto abbia attinenza con un mestiere ma non per sostituirsi a loro bensì per insegnare loro come si fa: in 43 anni hanno perso proprio tutto, anche la conoscenza.
Lwena conta ora circa 100.000 abitanti e con i villaggi di Tchicala, Cangumbe e Cangonga, dove sono stato e dove porteremo l’acqua, formavano la linea del fronte durante la guerra civile: tutto attorno vi sono ancora ampie zone minate. Si coltiva solo un po’ di manioca, la guerra ha persino allontanato i grossi animali dalla savana arbustiva che ho attraversato per circa 140 chilometri: niente più scimmie, né leoni, né gazzelle, né giraffe…
Arrivare a sera con qualcosa nello stomaco è l’unica preoccupazione.
Eppure non ho trovato un mendicante né qualcuno che ti invitasse anche solo ad acquistare quel poco che poteva proporre: una dignità assoluta!
Passavo per le stradicciole, incrociavo la gente, mi salutavano, rispettosi, cordiali senza fronzoli, soprattutto sinceri. “Bom dia”. “Bom dia” rispondevo, con un cenno susseguioso del capo ed il sorriso nasceva spontaneo.
Ma l’Angola è soprattutto un paese di bambini: quasi il 50 % della popolazione è al di sotto dei dieci anni di età e ben due abitanti su tre hanno meno di 15 anni. E quindici anni è l’età “normale” in cui le donne rimangono incinte.
Quando i bambini non sono impegnati o a vendere le poche cose nel banchetto davanti a casa o a rassettare il piccolo cortile piuttosto che andare al fiume a recuperare una tanica di acqua, basta un nulla: un copertone, un cerchione di bicicletta, delle latte recuperate tra l’immondizia e loro inventano storie fantastiche con cui giocare. Se poi hanno la fortuna di recuperare una palla è come se avessero il mondo in mano.
Camminavo e mi sentivo chiamare: “Ià!” con la mano aperta, il palmo verso di me, e subitaneamente la mano si stringeva a pugno col pollice alzato, “Padre!”, con un sorriso trasparente come l’acqua di fonte, spontaneo come il sole che sorge tutte le mattine e soprattutto contagioso.
Te lo senti dentro, ti senti toccare tutte le corde, non hai protezioni né senti di doverti proteggere, e vedi quegli occhi scuri brillare di una luce che è molto più di una speranza.
Ià! Bom dia, Angola!
 
Commenti

  1. catalyst
    catalyst
    05 novembre 2006

    messaggio alla tribù: sono passata domenica e ho citofonato, ma non c'era nessuno. Ho letto tutti gli arretrati, fatto i compiti a casa e travasato l'olio - forse da lunedì si respira

  2. madamekrupskaja
    madamekrupskaja
    05 novembre 2006

    Ti aspettiamo con trepidazione!

  3. catalyst
    catalyst
    07 novembre 2006

    chi pensi abbia spolverato i salsicci-meticci, innaffiato le piante e stirato quella montagna di panni? - Ah! ho fatto pure un giro sul trattore... però ti ho rifatto il pieno

  4. magofeo
    magofeo
    07 novembre 2006

    Adesso capisco!!! Sono tornato ed ho trovato la mia pianta di Camellia Sinensis (altrimenti conosciuto come Thè) tutta spiluccata!!! Altro che innaffiare le piante!!! Ti sei beata col Thè verde in diretta, magari con un velo di latte ed i biscottini!!! Ma che boccuccia delicata........

  5. magofeo
    magofeo
    10 novembre 2006

    Cata di nuovo sparita???

  6. catalyst
    catalyst
    10 novembre 2006

    et voilà! cata riapparsa - un nuovo strabiliante numero del mago - clap! clap! clap!

  7. tim
    tim
    11 novembre 2006

    Applausi a scena aperta (non ti corrucciare Mago, ma Cat merita questo e altro)

  8. catalyst
    catalyst
    28 ottobre 2007

    MARONNAMIA! possibile sia già passato UN ANNO?!?

  9. magofeo
    magofeo
    28 ottobre 2007

    già... è proprio scivolato via un anno... noi si invecchia e l'alternativa rimane quella di schiattare giovani... non mi garba più di tanto, preferisco rimbambire ancora un pochetto!

  10. massimo71
    massimo71
    28 ottobre 2007

    mi associo all'imprecazione di cat ... avrei detto 8 mesi al massimo !

 
Aggiungi un commento all'articolo
Nick

Se vuoi firmare un commento con il tuo nick devi autenticarti: Login
 
 

 Ricerca nel sito

 Ultimi commenti
Uno squalo in piscina ...
Giochi con i fiammiferi
Vecchio forum
Euro e centesimi
Pelosetta e colorita
4 passi a piedi
Qual' è l' area del rettangolo?
Le portano?
Numero di di triangoli
Frutto proibito
Poesie e racconti
Death-ride sull'atomium di bruxelles
Informazioni e faq
 Accadde oggi
'12 Pesca di Beneficenza - Casanova Lonati 2012
'11 AUGURI !!!!
'10 O forse no?
'09 Febbre suina
'08 Anche un asino lo sa!
'07 Guap
'06 LOMBUS STRIKES AGAIN
'05 L'aereo bulgaro
'04 Il camaceronte
Lomb.it - dal 2001 divertire, comunicare, riflettere