Lomb.it - V.040 Forum - Contatti - Mappa del sito - Login 
 Registrazione


 Lomb.it
Quiz di matematica
Lomb.it
Monete
Quiz di logica
Indovinelli puri
Linguistica
Quiz grafici
Cronaca e riflessioni
Situazioni ... possibili
Cinema tv e personaggi
Viaggi e vacanze
Cultura generale
Quiz geografici
Geometria
Canzoni e musica
Poesie e racconti
Sesso e dintorni
Quizzone
Giochi online
Pomologia e dintorni
 Vedi anche
In attimo la visita della cattedrale non e'possibile
Revolving Theatre Český Krumlov
Mostar 2001-2011
olè
bellissima
mò ti attacchi
belli!
bella italia
beeelllloooo!
quasi domenica
Partenze intelligenti
Simboli della Bretagna
Bretagna 2010
solo un saluto ai lombiani
Una vacanza a ....
La TV più grande del mondo
Vacanze si, ma dove ?
Weekend a Bruxelles
Death-Ride sull'atomium di Bruxelles
Programma per Weekend a Bruxelles
 
L'Autore
Gulliver ha pubblicato su Lomb.it 4 articoli tra il 12/07/2004 ed il 15/07/2004.

 
L'articolo
Questo articolo è stato scritto il 12/07/2004 e fa parte della sezione Viaggi e Vacanze.

 
Le Statistiche
Dalla pubblicazione ad oggi, questa pagina ha ricevuto 4229 visite (1/g.) e 0 commenti.

 
Links
Successivo
Precedente
Stesso autore

 pais vasco


  La superficie totale del territorio basco è di 20.571 km quadrati, in cui vivono attorno ai 2.500.000 abitanti. Il Paese Basco è costituito da sette herrialdes (province), di cui quattro (Nafarroa, Gipuzkoa, Araba e Bizkaia) si trovano nel territorio spagnolo e tre (Lapurdi, Behenafarroa e Zuberoa) in quello francese. Le province basche di Gipuzkoa, Araba e Bizkaia costituiscono nel loro insieme la Comunidad Autonoma Vasca (CAV). Nella lingua locale il Paese Basco si chiama Euskadi, termine coniato dai nazionalisti, o Euskal Herria, il nome classico. Nel Paese Basco vengono utilizzati e prendono il sopravvento i nomi baschi rispetto a quelli castigliani.

Storia
Nel Medioevo, vari signori si batterono per conquistare il territorio basco, finché ne assunse la sovranità la corona castigliana; la Navarra rimase invece un regno separato fino al 1512.
Comunque, la Navarra e le tre province basche riuscirono a strappare al governo di Madrid ampie concessioni (fueros) in termini di autonomia, revocate poi da Napoleone.
Nel 1876 tutte le province, tranne la Navarra, fuorono private dei fueros, anche se mantennero una certa autonomia economica. Ciò diede vita a un crescente nazionalismo. Nel 1894 venne fondato il Partito Nazionalista Basco.
Quando le autorità repubblicane di Madrid proposero ai baschi l’autonomia di governo, la Navarra e l’Alaba rifiutarono, poiché possedevano ancora i diritti sanciti dai fueros, mentre le altre province si mostrarono interessate alla proposta. Così, nel 1936, durante la guerra civile spagnola, quest’ultime appoggiarono i repubblicani, mentre la Navarra e l’Araba appoggiarono Francisco Franco.

ETA
Nel 1961, un piccolo gruppo di separatisti baschi, chiamato Euskadi Ta Askatasuna (ETA; Patria Basca e Libertà), nato per creare uno stato basco autonomo comprendente i territori baschi delle Spagna settentrionale e quelli della Francia meridionale, compì il suo primo attentato terroristico.

Ebbe inizio una serie di atti di violenza e repressioni, continuato anche dopo la morte di Franco. Negli ultimi trent’anni, i bersagli principali sono stati i politici del Partido Popular Basco e i membri della Guardia Civil. Col tempo, le reazioni delle autorità si fanno sempre più intransigenti. Le richieste di indipendenza rimangono forti, ma la maggior parte della popolazione basca ritiene necessario ottenerla con mezzi pacifici e democratici.
Nel giugno 2002 il governo spagnolo ha votato la messa al bando del Batasuna, partito considerato da molti l’ala politica dell’ETA.

Lingua
L’euskara, la lingua basca, è l’idioma più antico d’Europa e la sua origine continua ad essere un enigma. Attualmente è parlato da circa il 25% degli abitanti, con molte differenze tra un territorio e l’altro. Tuttavia, nonostante la soppressione voluta da Franco, la lingua basca è oggi studiata da un numero crescente di giovani ed esistono emittenti radiotelefoniche, canali televisivi e giornali baschi. L’uso della lingua basca può essere un mezzo d’espressione del senso d’identità alternativo alla violenza.

Ikurrina
L’ikurrina, la bandiera basca, è il vessillo sotto cui combatterono i partigiani baschi durante la guerra civile ed è diventata la bandiera nazionale, dopo essere stata proibita durante la dittatura di Franco. Nel 1994 l’ikurrina ha compiuto cent’anni. Oggi, girando per le strade basche, potrete vederla sventolare pressoché ovunque.

Raggiungere i Paesi Baschi in treno è abbastanza semplice, ottimo il collegamento sia con Madrid che con Barcellona, anche se da Bilbao non è semplicissimo raggiungere San Sebastian (altra località molto famosa) se non in autobus. Per il resto i collegamenti da San Sebastian sono buoni sia per la Francia, il confine di Irun dista pochi chilometri,sia con la Spagna centrale e il Portogallo.

Litorale
Lungo questo il litorale si alternano piccole insenature sabbiose, scogliere a strapiombo sull'oceano, maremme, foci di fiumi. Le spiagge che si aprono sul mare, alcune delle quali luogo di grande richiamo per i surfisti, sono curate ed attrezzate per il turismo balneare come Zarautz con la sua antica torre campanaria ed il suo elegante lungomare oppure Deba per nominarne solo alcune.
Molti sono naturalmente lungo la costa i porti di pesca. Uno di questi è Getaria, un piccolo e caratteristico porto protetto dal mare dall'isolotto di San Antonio, più noto come "Raton de Getaria" per la sua forma a topo. La parte principale del paese scende lungo due vie parallele una delle quali giunge direttamente al porto attraverso un cunicolo che passa sotto la Chiesa di San Salvador, l'edificio in stile gotico più significativo del paese.
E' impossibile passeggiare per Getaria e resistere ai profumi che all'ora di cena aleggiano in tutto il paese. La tipicità di questo luogo si manifesta, infatti, anche nelle tradizionali griglie poste fuori dei ristoranti, ove i cuochi sono soliti cucinare il pesce fresco arrivato in porto. Non c'è nulla di più rilassante che assaporare con molta calma e tranquillità in questo villaggio di pescatori che ha dato i natali a Juan Sebastian Elcano, il navigatore spagnolo che al seguito di Magellano ha effettuato la circumnavigazione della terra, squisiti piatti a base di pesce accompagnati da un ottimo Txakoli, il vino bianco frizzante caratteristico del luogo.
 
Commenti
 
Aggiungi un commento all'articolo
Nick

Se vuoi firmare un commento con il tuo nick devi autenticarti: Login
 
 

 Ricerca nel sito

 Ultimi commenti
Giochi con i fiammiferi
Vecchio forum
Uno squalo in piscina ...
Euro e centesimi
Pelosetta e colorita
4 passi a piedi
Qual' è l' area del rettangolo?
Le portano?
Numero di di triangoli
Frutto proibito
Poesie e racconti
Death-ride sull'atomium di bruxelles
Informazioni e faq
 Accadde oggi
'12 Pesca di Beneficenza - Casanova Lonati 2012
'11 AUGURI !!!!
'10 O forse no?
'09 Febbre suina
'08 Anche un asino lo sa!
'07 Guap
'06 LOMBUS STRIKES AGAIN
'05 L'aereo bulgaro
'04 Il camaceronte
Lomb.it - dal 2001 divertire, comunicare, riflettere