Lomb.it - V.040 Forum - Contatti - Mappa del sito - Login 
 Registrazione


 Lomb.it
Quiz di matematica
Lomb.it
Monete
Quiz di logica
Indovinelli puri
Linguistica
Quiz grafici
Cronaca e riflessioni
Situazioni ... possibili
Cinema tv e personaggi
Viaggi e vacanze
Cultura generale
Quiz geografici
Geometria
Canzoni e musica
Poesie e racconti
Sesso e dintorni
Quizzone
Giochi online
Pomologia e dintorni
 Vedi anche
In attimo la visita della cattedrale non e'possibile
Revolving Theatre Český Krumlov
Mostar 2001-2011
olè
bellissima
mò ti attacchi
belli!
bella italia
beeelllloooo!
quasi domenica
Partenze intelligenti
Simboli della Bretagna
Bretagna 2010
solo un saluto ai lombiani
Una vacanza a ....
La TV più grande del mondo
Vacanze si, ma dove ?
Weekend a Bruxelles
Death-Ride sull'atomium di Bruxelles
Programma per Weekend a Bruxelles
 
L'Autore
Massimo71 ha pubblicato su Lomb.it 1016 articoli tra il 18/07/2003 ed il 25/07/2014.

 
L'articolo
Questo articolo è stato scritto il 09/09/2004 e fa parte della sezione Viaggi e Vacanze.

 
Le Statistiche
Dalla pubblicazione ad oggi, questa pagina ha ricevuto 5331 visite (1/g.) e 0 commenti.

 
Links
Successivo
Precedente
Stesso autore

 San Sebastian


  Donostia deriva etimologicamente dall’evoluzione della parola Donebastian (da Done, che significa santo, e Bastian).

Storia
Spiaggia della Concha nel 1837
San Sebastian fu per lungo tempo poco più che un semplice villaggio di pescatori; in seguito, tuttavia, divenne il principale sbocco verso il mare del regno di Navarra. Grazie alla sua posizione, in una baia protetta dalla foce del fiume Urumea, nel XVI secolo divenne un importante centro commerciale per l’esportazione di lana e altri prodotti verso la Francia, i Paesi Bassi e l’Inghilterra e, più tardi, anche con le Americhe.

Durante la guerra peninsulare, dopo essere stata strappata ai francesi, la città venne completamente distrutta dalle forze anglo- portoghesi: si salvarono dall’incendio del 31 agosto 1813 solo le chiese di Santa Marìa e di San Vincente e alcune case che oggi si affacciano sulla strada ribattezzata, appunto, 31 agosto. San Sebastian fu ricostruita negli anni successivi al ritiro delle truppe dalla Spagna.
La città divenne una zona commerciale e turistica nel 1845, grazie al fatto che la regina Isabella II scelse di bagnarsi proprio nelle acque della spiaggia de La Concha per curare i suoi problemi di salute.

San Sebastián è sorprendente. Nota come località turistica di lusso per i ricchi spagnoli che vogliono evitare le affollate zone meridionali, era una roccaforte del nazionalismo basco ancor prima che Franco proibisse l'uso dell'euskera, la lingua basca, negli anni '30. Donostia, nome della città in lingua euskera, è una località sorprendentemente tranquilla, con una popolazione che tocca i 180.000 abitanti. Chi vive qui si considera la persona più fortunata della Spagna e non esita a dirlo: dopo aver trascorso alcuni giorni sulle spiagge per prepararsi alle vivaci serate si comincerà a comprendere il motivo di questa convinzione.
La Playa de La Concha, col suo proseguimento a Ondarreta, è una delle migliori spiagge cittadine della Spagna. Da Ondarreta si può raggiungere a nuoto la Isla de Santa Clara: in estate al centro della baia vengono ancorate una serie di zattere per permettere ai nuotatori più coraggiosi di riposarsi un po' durante la traversata.
Il Museo de San Telmo, all'interno di un monastero del XVI secolo, accoglie un po' di tutto: antiche lapidi, sculture, oggetti agricoli e di carpenteria - e il pavimento più scricchiolante di tutta la Spagna. La Baia de La Concha è dominata dal Monte Urgull, che offre una magnifica vista ed è sormontato da una statua del Cristo.

San Sebastian ospita poi un acquario, una mostra di meraviglie marine affascinanti, il cui pezzo forte è un tunnel subacqueo in cui ci si trova faccia a faccia con razze e squali; l’acquario ospita anche mostre a tema sulla storia naturale, gli esploratori baschi, gli strumenti di pesca. Sullo stesso tema, il Museo Naval, per approfondire le conoscenze sulla tradizione marinara basca. Il Museo de San Telmo è invece ospitato in un monastero cinquecentesco ed espone dipinti che vanno dal periodo rinascimentale al XIX secolo, con attenzione ai pittori baschi; molto interessanti gli affreschi della Cappella.

Fuori San Sebastian
Nei dintorni di San Sebastian esistono diverse località che vale la pena visitare. A est, Hondarribia, fondata dai romani, ma con influenze francesi, e molto pittoresca. Nell’entroterra, il Santuario de Loyola, appena fuori Azpeitia, edificio barocco che contrasta con l’ambiente rurale circostante. Lungo la costa, oltre Zarautz per chi ama il surf, c’è Getaria, borgo di pescatori di origine medioevale, Zumaia, stretta in una morsa rocciosa e caratterizzata da viuzze tortuose che conducono al porto, e la bella spiaggia di Mutriku.
 
Commenti
 
Aggiungi un commento all'articolo
Nick

Se vuoi firmare un commento con il tuo nick devi autenticarti: Login
 
 

 Ricerca nel sito

 Ultimi commenti
Vecchio forum
Uno squalo in piscina ...
Giochi con i fiammiferi
Euro e centesimi
Pelosetta e colorita
4 passi a piedi
Qual' è l' area del rettangolo?
Le portano?
Numero di di triangoli
Frutto proibito
Poesie e racconti
Death-ride sull'atomium di bruxelles
Informazioni e faq
 Accadde oggi
'12 Pesca di Beneficenza - Casanova Lonati 2012
'11 AUGURI !!!!
'10 O forse no?
'09 Febbre suina
'08 Riservato ai solutori più che abili!
'07 povil
'06 Dove ero oggi?
'05 Per i "negati" della matematica.
'04 Il camaceronte
Lomb.it - dal 2001 divertire, comunicare, riflettere